venerdì 8 febbraio 2008

La rete all’attacco dell’industria televisiva

Joost è la nuova (un anno di vita) piattaforma creata dai fondatori di Skype e Kazaa Janus Friis and Niklas Zennström, che promette di distribuire gratuitamente, via web, contenuti televisivi di alta qualità insieme a spot pubblicitari altamente personalizzati in base ai consumi del singolo spetttore/utente.

La tecnologia è largamente basata sul p2p, il che consentirà di limitare gli investimenti in banda durante lo startup e lungo tutta la vita della nuova azienda.

Il modello di business è costruito con un bilanciato mix di novità e old-style approach. Tecnologia e distribuzione sono certamente inusuali per un broadcaster, mentre l’organizzazione dei contenuti in canali richiama una struttura tradizionale e familiare anche ad utenti non particolarmente evoluti.

I contenuti sono erogati in streaming e criptati, così da rassicurare, almeno parzialmente, le major sulla non proliferazione degli stessi contenuti in reti p2p non autorizzate. La prova che sto facendo con la versione beta non è perfetta, lo streaming a tratti si blocca ma la qualità è complessivamente buona se si evita il full-screen e dovrebbe migliorare al crescere del numero dei nodi p2p.

Certo mancano ancora contenuti di spicco, e la prossima sfida per joost si giocherà sicuramente più che sul piano tecnologico, su quello dei contenuti proposti attraverso la sua rete.

Certamente molto si sta muovendo su questo versante e nei prossimi mesi vedremo novità interessanti sia per gli utenti che per gli advertisers.

0 commenti: